questa è la head

Ultime NOTIZIE

30/05/2017MATTEO TAGLIARIOL TRA I BIG DI PARIGI - Imola, 15/05/2017 Una sola stoccata. Ciò che ha separato Matteo Tagliariol, portabandiera del Circolo Scherma Imola, da una strepitosa finale è …leggi tutto
25/09/2017RIPRESA ATTIVITÀ CIRCOLO SCHERMA IMOLA! -     Riprendono le attività del Circolo Scherma Imola! Nel file allegato, gli orari e i giorni di allenamento Orari allenamenti …leggi tutto

A TU PER TU CON FILIPPO POLGROSSI!


Imola, 21 maggio 2013


Filippo Polgrossi, preparatore atletico del Circolo Scherma Imola, più volte convocato dalla nazionale azzurra nell’Italian Fencing Team, fa un bilancio della stagione che sta per concludersi e racconta progetti e impegni futuri.

Laureato in Scienze Motorie e in Fisioterapia all’Università di Bologna, Filippo Polgrossi, classe 1981, è il preparatore atletico del Circolo Scherma Imola. Da anni impegnato nella preparazione fisica di atleti, segue e ha seguito schermitori qualificati alle Olimpiadi, collaborando con i loro allenatori nella ricerca della migliore condizione atletica e psicofisica. Attualmente, oltre al costante lavoro con i ragazzi in sala scherma, segue la preparazione di sportivi di vertice nazionale quali Aldo Montano e Diego Occhiuzzi.

Filippo partiamo proprio da questa esperienza con la Nazionale. Come è iniziata questa avventura?
Tre anni fa ho partecipato a un ritiro azzurro under 20, come aiutante del preparatore atletico ufficiale del team di sciabola; il mio lavoro è stato apprezzato e l’anno successivo sono stato convocato come responsabile della preparazione atletica. Nell’estate del 2012, prima delle Olimpiadi di Londra, mi hanno richiamato e ho lavorato sopratutto con Diego Occhiuzzi (argento nella sciabola individuale e bronzo nella sciabola a squadre), che veniva da un brutto infortunio alla schiena. La mia doppia formazione mi permette di seguire un atleta a 360 gradi, sia da un punto di vista atletico che, appunto, di riabilitazione dopo problemi fisici.

Quali sono i prossimi impegni con il team azzurro?
In questi mesi sto lavorando molto con Aldo Montano, reduce da un problema al gomito; attualmente si sta allenando a Bologna, quindi viene spesso qui a Imola per farsi seguire da me nel recupero fisico. A luglio sarò impegnato nel ritiro pre Mondiali, dieci giorni a Roma e quindici a Formia nel centro di preparazione olimpica del CONI; dopodiché, partirò alla volta di Budapest per accompagnare il team di sciabola ai Campionati del Mondo.

Parlando della stagione che si sta per concludere, cosa ne pensi del lavoro svolto al Circolo Scherma Imola?

Sicuramente è stato un anno eccellente e il bilancio non può che essere positivo. In sala siamo andati molto bene dal punto di vista atletico, ci sono stati pochi infortuni, ottimi risultati e tanti miglioramenti da parte dei ragazzi che hanno iniziato a prepararsi atleticamente la stagione scorsa. Sono molto soddisfatto del lavoro svolto e fiducioso per i prossimi mesi!

Per terminare questa chiacchierata, raccontaci i tuoi progetti nel breve termine.
Beh, oltre all’impegno estivo con la nazionale, nel prossimo futuro conto di aprire un mio studio di fisioterapia e, parallelamente, continuare a seguire il lavoro in sala scherma; lo sport è la mia gioia e non lascerei mai i miei ragazzi!

Appuntamenti

Domenica 26 maggio, presso il Palazzetto della Scherma di Cascina (Pisa), si svolgerà l’edizione 2013 del Trofeo delle Regioni, gara a squadre a staffetta riservata alle categorie Ragazzi e Allievi. Tra i convocati dell’Emilia Romagna ci sono anche due sciabolatrici del Circolo Scherma Imola, Ludovica Ferrari e la neo campionessa italiana Francesca Iseppi.