questa è la head

Ultime NOTIZIE

30/05/2017MATTEO TAGLIARIOL TRA I BIG DI PARIGI - Imola, 15/05/2017 Una sola stoccata. Ciò che ha separato Matteo Tagliariol, portabandiera del Circolo Scherma Imola, da una strepitosa finale è …leggi tutto
30/05/2017CENTRI ESTIVI DEL CIRCOLO SCHERMA IMOLA -   E…STATE CON NOI!! I CENTRI ESTIVI DEL CIRCOLO SCHERMA IMOLA VI ASPETTANDO PER UNA …leggi tutto

UNITA' DIDATTICA

Progetto: da Zorro a D’Artagnan

OBIETTIVI

  • Introdurre la scherma nella scuola primaria attraverso un progetto volto all’alfabetizzazione motoria in forma ludica.
  • Formazione di una cultura schermistica attraverso l’utilizzo di mezzi audiovisivi e riferimenti storici.
  • Promuovere l’attività schermistica nel territorio imolese.

STRUTTURA DELL’INTERVENTO

Il progetto verrà sviluppato attraverso quattro interventi rivolti alle classi 2°, 3°, 4° e 5°. Tutti gli interventi verranno svolti presso l’istituto scolastico durante le ore curricolari. Solo per le classi terze, il quarto incontro si svolgerà martedì 3 maggio 2011 presso il Palaruggi di Imola in via Oriani 2/4, dove si svolgeranno le “OLIMPIADI DELLA SCHERMA”, una manifestazione che coinvolgerà tutti gli allievi delle classi terze di tutti gli istituti scolastici. Il Circolo Scherma Imola non si fa carico degli spostamenti dall’istituto scolastico e dal Palazzo dello sport.
Tutti gli studenti partecipanti al progetto saranno inoltre invitati ad assistere alla GARA NAZIONALE di sciabola organizzata dal Circolo Scherma Imola presso il Palaruggi il 5 e 6 febbraio 2011.

PRIMA UNITA’

Il primo incontro sarà centrato sulla presentazione della scherma come attività sportiva: verranno cioè presentate le tre armi, spada, fioretto e sciabola e i relativi bersagli.
Nell’arco di questo intervento sarà inoltre perseguito l’apprendimento di alcuni elementi schermistici di base.
Saranno proposte esercitazioni giocose, attraverso l’utilizzo di sciaboline in gommapiuma, volte all’approccio del concetto di attacco e difesa.

SECONDA UNITA’

L’obiettivo di questo incontro sarà quello di rendere i bambini capaci di muoversi autonomamente su una pedana attraverso l’utilizzo del passo avanti e del passo indietro.
L’intervento sarà diviso in due fasi: la prima, a carattere prettamente addestrativo, porrà le basi per poter passare al momento successivo dove, in forma ludica, verranno richiamati gli stessi temi della fase precedente.

TERZA UNITA’

Concetti di base in ambito schermistico sono anche da considerarsi la misura e la scelta di tempo, obiettivi appunto della quarta unità. Attraverso esercitazioni ludiche (che richiameranno anche elementi dei precedenti incontri) ci si proporrà di far percepire al bambino la differenza tra una misura corretta, una misura stretta, e una larga.
Con le stesse modalità poi, verranno anche affrontate le problematiche legate alla scelta di tempo in ambito schermistico.

QUARTA UNITA’

In questa fase sarà necessario presentare al bambino i restanti elementi tecnici necessari all’approccio con l’assalto. Si tratterà cioè di apprendere il saluto e l’affondo. Durante questo incontro inoltre, i bambini potranno provare a cimentarsi in veri e propri assalti schermistici seppur in forma generale e ludica. Saranno cioè muniti di maschera e fioretto in plastica e guidati dall’istruttore durante tutte le fasi dell’assalto. La proposta avrà la stessa struttura metodologica della terza unità.

LE OLIMPIADI DELLA SCHERMA

Tutte le classi terze, degli Istituti partecipanti al progetto di motricità “da Zorro a D’Artagnan”, sono invitati a partecipare all’evento. Nel corso della manifestazione verranno proposti agli alunni assalti di scherma a squadre, svolti con idonea attrezzatura e gare di destrezza motoria su percorsi svolti a staffetta.

DIDATTICA DELL’INTERVENTO

Tutte le esercitazioni proposte saranno presentate in forma ludica, prestando particolare attenzione agli aspetti coordinativi tipici della motricità di base. Sarà ritenuto fondamentale un corretto sviluppo degli schemi motori di base e verranno presentate esercitazioni volte a implementare le capacità coordinative generali più inerenti all’ambito schermistico.

Materiali utilizzati

Il materiale didattico utilizzato (sciaboline di gommapiuma, fioretti in plastica, maschere protettive e apparecchi segnapunti) sarà messo a disposizione dal Circolo Scherma Imola.
Al termine delle attività verrà rilasciato a tutti gli alunni un attestato di partecipazione e alcuni simpatici gadgets offerti dal Circolo.
Le attività saranno organizzate da Filippo Polgrossi, Matteo Capozzi, Giulia Cani.

Filippo Polgrossi: dottore in “Scienze Motorie” con argomento di tesi “alfabetizzazione motoria nella scuola primaria orientata all’approccio con la scherma”.
Matteo Capozzi: istruttore regionale della Federazione Italiana Scherma.
Giulia Cani: studentessa iscritta al quinto anno di “Scienze Motorie” e istruttrice regionale della Federazione Italiana Scherma.

Gallery