questa è la head

Ultime NOTIZIE

30/05/2017MATTEO TAGLIARIOL TRA I BIG DI PARIGI - Imola, 15/05/2017 Una sola stoccata. Ciò che ha separato Matteo Tagliariol, portabandiera del Circolo Scherma Imola, da una strepitosa finale è …leggi tutto
30/05/2017CENTRI ESTIVI DEL CIRCOLO SCHERMA IMOLA -   E…STATE CON NOI!! I CENTRI ESTIVI DEL CIRCOLO SCHERMA IMOLA VI ASPETTANDO PER UNA …leggi tutto

SCHERMA NELLA SCUOLA

Il Circolo Scherma Imola, in accordo con gli Istituti Scolastici Provinciali, si propone di sviluppare un progetto che possa divertire e appassionare i giovani, grazie alla partecipazione di tecnici competenti e di atleti testimonial, creando un’opportunità per le Aziende di incontrare un target molto ambito come quello scolastico.


Perchè la scherma nelle scuole

  • È uno sport completo per mente e fisico
  • Promuove lo Sport creando il massimo coinvolgimento di Scuole, Classi e Studenti
  • Non richiede attrezzature costose
  • Rafforza il ruolo dell’azienda nei confronti di un target giovane e fresco: il target di riferimento del domani
  • Fornisce all’azienda partner del progetto un valido strumento di comunicazione verso i giovani e le famiglie molto presenti in questo genere di manifestazioni

Cos’ è la scherma

  • Sport olimpico che deriva dall’antica arte del duello tra due avversari.
  • È un efficace mezzo formativo, sviluppa il rispetto delle regole e lo spirito di lealtà e correttezza.
  • È capacita di concentrazione, scelta di tempo, tattica e strategia.
  • La scherma è coordinazione, mobilità articolare, velocità e destrezza.

Nella scherma due atleti si confrontano in un assalto, in cui segna chi vince per primo cinque o dieci stoccate. I due schermidori si muovono lungo una pedana costituita da uno spazio rettangolare delimitato in larghezza e in lunghezza, cercando di colpirsi con l’eseguire i movimenti d’attacco, di difesa e di controffesa e trovando la giusta contraria all’azione dell’altra.
All’inizio e alla fine dell’assalto si esegue un saluto all’avversario; una stretta di mano tra i due atleti chiude l’incontro.

Il progetto per la scuola

Il progetto, che inizierà a settembre 2009 e terminerà a maggio 2010, verrà sviluppato attraverso sei interventi.
Tutte le esercitazioni proposte saranno presentate in forma ludica, prestando particolare attenzione agli aspetti coordinativi tipici della motricità di base: sarà ritenuto fondamentale un corretto sviluppo degli schemi motori di base e verranno presentate esercitazioni volte a implementare le capacità coordinative generali più inerenti all’ambito schermistico.

Il Circolo di Scherma fornirà tutto il materiale necessario per lo svolgimento delle lezioni.
Pertanto, il progetto si svilupperà secondo i seguenti criteri:

  • Pratica della scherma nelle ore curricolari di ed. fisica, con incontri di un’ora a cadenza settimanale, per ciascuna classe, da integrarsi nei programmi didattici a volontà degli insegnanti.
  • L’istruttore lavora direttamente con i ragazzi, con la partecipazione attiva dell’insegnante di educazione fisica. Si prevedono incontri tra le atlete del Circolo di Scherma e gli studenti per un maggior coinvolgimento attraverso dimostrazioni pratiche di gioco.
  • Attraverso le ore di lezione si cercherà di sviluppare: le abilità e capacità condizionali, la coordinazione simmetrica e assimetrica; le capacità propriocettive; le capacità percettive, associative, la destrezza; l’abilità fine di controllare un attrezzo sportivo; la capacità di controllare le emozioni; lo sviluppo dello spirito di lealtà e disciplina; l’educazione alla socializzazione; la conoscenza della propria sfera psicofisica e dei propri limiti; nei ragazzi si presta a incanalare le pulsioni, nelle ragazze ad accrescere le doti di riflessività o disciplina.L’obiettivo non è quello di creare atleti, ma di far crescere le capacità dell’alunno mediante
    un’attività divertente e accattivante.