questa è la head

Ultime NOTIZIE

30/05/2017MATTEO TAGLIARIOL TRA I BIG DI PARIGI - Imola, 15/05/2017 Una sola stoccata. Ciò che ha separato Matteo Tagliariol, portabandiera del Circolo Scherma Imola, da una strepitosa finale è …leggi tutto
30/05/2017CENTRI ESTIVI DEL CIRCOLO SCHERMA IMOLA -   E…STATE CON NOI!! I CENTRI ESTIVI DEL CIRCOLO SCHERMA IMOLA VI ASPETTANDO PER UNA …leggi tutto

FRANCESCA ISEPPI CAMPIONESSA ITALIANA A RICCIONE!

Imola, 7 maggio 2013

Venerdì 3 maggio a Riccione una strepitosa Francesca Iseppi viene incoronata Campionessa Italiana di sciabola femminile, categoria allieve.

50° Gran Premio Giovanissimi “Renzo Nostini” – Trofeo “Kinder+ Sport”

Una giornata da ricordare per la Sigea Scherma Imola, che a Riccione vede Francesca Iseppi vincere il titolo italiano nella sciabola femminile, categoria allieve.
Alla gara più attesa della stagione schermistica, dopo mesi di allenamenti in sala, sotto lo sguardo attento del maestro Alberto Cataleta e di tutto lo staff del Circolo, l’imolese si impone sin dalle prime stoccate, in una progressione incredibile, che la porta a dominare letteralmente tutte le avversarie fino a vincere l’assalto finale contro Beatrice Dalla Vecchia (Officina della Scherma Venezia) e a salire sul gradino più alto del podio!
La gara di Francesca inizia con successo fin dalla fase eliminatoria dei gironi, che supera conquistando cinque vittorie e una sola sconfitta, piazzandosi sesta nella classifica provvisoria. Il primo assalto di diretta, contro la salernitana Teresa Ronga, lascia presagire che l’imolese è in ottima forma: 15 a 1 è infatti il risultato dell’incontro. Assalto dopo assalto, Francesca procede determinata e pressoché incontenibile, lasciando alle avversarie la possibilità di mettere ben poche stoccate: supera infatti 15-8  l’altra salernitana Federica Morrone, 15-5 Gemma Marenghi (Virtus Scherma Bologna), 15-7 la livornese Concetta Terreni e, in semifinale, addirittura 15-4 la romana Giorgia Carducci. L’ultimo assalto decide il titolo di Campionessa Italiana e vede l’imolese opposta a Beatrice Dalla Vecchia, forte sciabolatrice veneta che in questa stagione si è imposta nelle principali gare di categoria. L’incontro è ovviamente tiratissimo, le due sciabolatrici procedono di pari passo, poi Francesca riesce a trovare il giusto ritmo e si porta sul 14-8; sembra quasi fatta, ma nella scherma, più che in qualsiasi altro sport, non bisogna mai cantare vittoria prima della fine. La sciabolatrice veneta infatti si riprende e mette a segno un parziale di cinque stoccate a zero, portandosi così ad un solo punto di distanza; la tensione è altissima, ma Francesca riesce a ritrovare concentrazione e a mettere la botta decisiva! Francesca Iseppi è Campionessa Italiana!
E così, dopo quasi dieci anni, il titolo italiano allieve di sciabola femminile torna a Imola, premio e merito del duro lavoro che il team e le ragazze hanno svolto durante tutto l’anno.

Indescrivibile la gioia della neo campionessa Francesca, che, visibilmente emozionata, e forse ancora incredula del sensazionale traguardo raggiunto, non trattiene le lacrime.

Sono davvero molto emozionata – confessa a caldo Francesca – sul 14 a 8 pensavo fosse quasi fatta, ma quando siamo arrivate a 14-13 mi sentivo esplodere. L’ultima stoccata me l’ha suggerita il mio maestro, ma l’ho eseguita io – prosegue con meritato orgoglio – e poi non ho potuto trattenere un grido di gioia, uno sfogo dopo una gara così elettrizzante!

Emozionato è anche l’allenatore Cataleta, anch’esso premiato dalla Federazione Italiana Scherma come maestro della Campionessa Italiana.

È molto difficile mantenere la concentrazione dopo una rimonta come quella a cui abbiamo assistito – commenta il tecnico – sono momenti in cui pensi a mille cose, ma Francesca è stata bravissima, è rimasta sempre lucida e anche i punti che ha subito durante la rimonta dell’avversaria non li ha presi perchè ha perso la testa. Ha avuto il controllo dell’assalto e – aggiunge ridendo – ha dato retta!! Un ringraziamento particolare va ai nostri collaboratori, Riccardo Barbieri, Nicola Bernardini, Gianluca Monducci e al preparatore atletico Filippo Polgrossi, tutti indispensabili per il raggiungimento di questo traguardo.